> Prima della nascita > VIAGGIARE IN GRAVIDANZA > Viaggi in paesi lontani

Viaggi in paesi lontani

Se si può, è meglio evitare di recarsi in paesi in via di sviluppo o con un elevato rischio di colera e malaria. Quest'ultima può causare un parto prematuro o la morte del feto. Nei paesi sottosviluppati il rischio di contrarre malattie infettive è molto più elevato e la rete sanitaria è spesso molto carente. Per molti paesi tropicali sono consigliate o prescritte delle vaccinazioni obbligatorie. Occorre tener presente che le donne incinte non possono essere vaccinate contro il morbillo, gli orecchioni, la rosolia e la varicella. È consentito vaccinarsi contro la febbre gialla solo se nel paese di destinazione sussiste un reale rischio di contrarre la malattia. Sono invece considerate sicure le vaccinazioni contro il tetano, la difterite, l'influenza (a partire dal secondo mese di gravidanza) e l'epatite. Alcune malattie come la toxoplasmosi, l'etatite B e la listeriosi, che si trasmettono attraverso i cibi o l'acqua, possono diventare un pericolo serio per la gestante e il nascituro. Per questo motivo è fondamentale osservare i seguenti semplici raccomandazioni:
  • mangiare solo cibi cotti o ben arrostiti e serviti ancora bollenti
  • non bere acqua che non sia in bottiglie sigillate da voi aperte
  • rinunciare a gelati, budini, semifreddi e ai cubetti di ghiaccio
  • consumare solo frutta e verdura che potete pelare direttamente voi
  • evitare frutta ammaccata
  • non portatevi le mani alla bocca
  • lavare le mani con il sapone prima di mettervi a tavola e non utilizzate asciugameni pubblici
Per proteggersi dalle punture degli insetti si può utilizzare tranquillamente i prodotti in commercio contenenti DEET.

    Ricerca del servizio o dell'attività
    Scegli un distretto:


    Denominazione di attività

    Scegli un comune

    Scegli un'età

    Scegli un'attività