> Sostegno alle famiglie > NIDI DELL'INFANZIA

Nidi dell'infanzia

I nidi dell'infanzia si rivolgono di regola a bambini dai 0 ai 4 anni (o fino all’accesso alla scuola dell’infanzia). Sono considerati tali i centri diurni con una capacità di accoglienza superiore a 5 bambini, aperti più di 15 ore alla settimana e che hanno ricevuto un’autorizzazione dal Consiglio di Stato.


Ubicazione e spazi
Il nido dell’infanzia deve:

  • essere ubicato in un luogo tranquillo, a piano terra o rapidamente evacuabile in caso di sinistro, delimitato, protetto dal sole, sicuro e attrezzato per le diverse età dei bambini
  • disporre di un luogo separato e oscurabile per il riposo dei bambini al di sotto di 1 anno
  • disporre di un locale separato per l’igiene personale del bambino e un bagno privato per il personale
  • disporre di uno spazio cucina
  • disporre di uno spazio multiuso (superficie minima di 3 metri quadrati per bambino). I bisogni dei bambini in questa fascia d’età sono molto diversificati, è importante che vi siano al nido luoghi specifici, possibilmente separati e pensati per le diverse età
  • disporre di uno spazio esterno, giardino compreso, negli spazi occupati dal nido, delimitato, protetto dal sole e sicuro, o un ampio terrazzo con parco giochi accessibile nelle immediate vicinanze.

Materiale per le cure e l’igiene
Il nido dell’infanzia deve assicurare: condizioni igieniche dei locali e del materiale ottimali; l’ossequio delle norme relative alla conservazione e alla manipolazione delle derrate alimentari; disporre della consulenza di un medico pediatra di fiducia o di un medico scolastico; misure specifiche di prevenzione delle malattie trasmissibili o in caso di epidemie; disporre di una corretta farmacia di pronto soccorso. Inoltre devono avere l'attrezzatura necessaria all'accoglienza dei bambini e allo svolgimento delle attività quotidiane (sonno, pasti e igiene personale).

Materiale di gioco
I nidi dell'infanzia devono disporre di materiale ludico e pedagogico adeguato.

Attività
Le attività quotidiane devono essere organizzate in modo da rispettare i bisogni del bambino, prevedendo condizioni diverse in funzione delle fasce d’età. Ai bambini fino ai 12 mesi deve essere assicurato il rispetto dei ritmi individuali, per i bambini al di sopra dei 12 mesi di età deve essere prevista una regolarità dei momenti dedicati al riposo, all’alimentazione e all’igiene personale. Le attività devono essere svolte in modo da incoraggiare l’apprendimento, l’autonomia, la relazione con gli altri e il rispetto delle regole del gruppo.

Assicurazioni
Il nido dell’infanzia è obbligato ad avere un’adeguata copertura assicurativa di responsabilità civile per i danni causati dai bambini e dal personale.

Personale e orari di lavoro
Il direttore della struttura deve essere una persona idonea ai sensi dell'art.15 dell’Ordinanza sull'accoglimento di minori a scopo di affiliazione e di adozione del 19 ottobre 1977, al beneficio di una formazione terziaria in ambito pedagogico o sociale, oppure sanitaria con specializzazione in prima infanzia. Deve disporre di un'esperienza di almeno 2 anni maturata negli ultimi 5 anni nel campo educativo, di cui 1 nel settore dell'infanzia. Il personale dei nidi dell'infanzia deve essere idoneo, maggiorenne, in buono stato di salute e di buona condotta. Di regola il tempo di lavoro a contatto diretto con i bambini non deve essere superiore a 8 ore quotidiane. Dalle 9.00 alle 17.00 devono essere sempre presenti almeno 2 persone, di cui almeno 1 formata. Prima e dopo tali orari, e in presenza di un numero inferiore a 4 bambini, può essere presente 1 sola persona formata. In caso di emergenza deve essere sempre immediatamente reperibile una seconda persona dell’équipe educativa.

Rapporto del personale educativo rispetto ai bambini presenti nel nido dell’infanzia
Il rapporto numerico del personale educativo rispetto ai bambini presenti deve essere di:

  • 1 personale educativo ogni 4 bambini da 0 a 12 mesi
  • 1 personale educativo ogni 5 bambini dai 13 ai 24 mesi
  • 1 personale educativo ogni 8 bambini dai 2 ai 3 anni
  • 1 personale educativo ogni 12 bambini dai 3 anni compiuti.

Lavori domestici
I lavori domestici, in particolare la preparazione dei pasti, devono essere assunti da personale non occupato con i bambini e adeguatamente formato o con comprovata esperienza.

Carta dei servizi
Il nido dell’infanzia deve avere una carta dei servizi che va presentata ai genitori al momento dell’accoglienza nella struttura del figlio, che permetta loro di verificare il rispetto della qualità delle prestazioni erogate. In particolare deve descrivere:

  • i fini e i principi in cui l’ente si ispira
  • le informazioni sulla struttura, sull’organizzazione e sulle prestazioni erogate
  • i fattori e i livelli di qualità che si offrono
  • le modalità di relazione con i genitori e le eventuali procedure di reclamo.

BUONO A SAPERSI

  • “Prima di scegliere un nido è importante visitarne diversi e farsi un’idea al proposito”
  • “Il periodo dell’ambientamento previsto deve essere sufficiente per il bambino che deve conoscere spazi e adulti nuovi e per il genitore che deve conoscere e fidarsi degli adulti che si occuperanno di suo figlio.
  • "L’accoglienza deve avere una frequenza sufficiente e regolare”
  • “Il numero di persone che si occupa del singolo bambino durante la giornata, ma anche durante tutta la sua permanenza, deve essere limitato: preferibilmente ogni bambino deve avere una persona di riferimento che quando è presente, sia colei che se ne occupa”
  • “Il nido deve prevedere momenti di scambio regolari e privilegiati con la famiglia”
  • “Il gioco libero è fondamentale nello sviluppo del bambino. Le attività collettive non devono prendere il sopravvento rispetto al gioco spontaneo”
  • “I materiali di gioco oltre che essere curati, diversificati e interessanti, devono permettere e favorire il movimento, l’esplorazione e la concentrazione”
  • “Lo spazio esterno deve essere sufficientemente ampio, protetto e attrezzato per le diverse età dei bambini, meglio se ha l’accesso immediato per i più piccoli”
  • “Gli spazi interni devono essere accoglienti, protetti, raccolti e pensati per i bisogni delle varie fasce d’età, sufficienti per rispondere alle funzioni necessarie: giochi, cure, pasti e sonno”
  • “I bambini al di sotto dei 18 mesi dovrebbero avere nella propria sala un fasciatoio stabile, protetto, dove poterli cambiare senza che l’adulto debba assentarsi. I bambini sopra i 18 mesi dovrebbero avere un luogo per l’igiene vicino allo spazio a loro adibito, ampio e proporzionato al numero di ospiti con un numero di lavandini e gabinetti in proporzione e di dimensioni adeguate”
  • “Il pasto dei bambini che hanno raggiunto una certa autonomia dovrebbe venir consumato in piccoli tavoli, con le stesse persone, con tempi d’attesa contenuti e con la partecipazione degli stessi bambini”
  • “Il risveglio dei bambini deve poter avvenire rispettando tempi e ritmi di ognuno”


Ricerca del servizio o dell'attività
Scegli un distretto:


Denominazione di attività

Scegli un comune

Scegli un'età

Scegli un'attività